VIDEO: SYNCRO PER UNIONCAMERE E UNIVERSITA’ DI PADOVA
Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per personalizzare la tua esperienza utente e per studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Acconsenti ai nostri cookie se continui ad utilizzare questo sito web. Per maggiori informazioni clicca qui.

VIDEO: SYNCRO PER UNIONCAMERE E UNIVERSITA’ DI PADOVA

UnionCamere Veneto ha invitato il gruppo Syncro System a partecipare ad una ricerca del dipartimento di scienze economiche ed aziendali dell’Università di Padova sull’implementazione delle tecnologie digitali nelle PMI del vicentino. La professoressa Eleonora Di Maria, ordinario di Economia e Gestione delle Imprese presso l’ateneo patavino e responsabile del progetto, ha fatto visita alla sede di Cassola di Francom Spa per capire da vicino il processo di informatizzazione e interconnessione digitale perseguito dall’azienda nel corso dell’ultimo decennio. L’azienda è quindi stata scelta, insieme ad altre due, come esempio di avanzata digitalizzazione di tutti i processi.

Ne è risultato un video molto efficace, dal titolo “Il percorso di trasformazione digitale delle PMI: l’esperienza di Francom”, in cui intervengono a spiegare il funzionamento dell’azienda 4.0 Luca Comunello, presidente del gruppo Syncro System, Dario Abbate, responsabile Sviluppo Prodotto Francom, e Alessia Comunello, responsabile Risorse Umane Francom.

Cosa significa interconnessione in Francom?

Francom - ha spiegato Dario Abbate nel video- da più di dieci anni investe in tecnologia digitale”. Tutto è iniziato dalla connessione del sistema di vendite al gestionale, a cui è seguita la gestione informatizzata dei magazzini e dei sottoscorta dei clienti nel mondo. Nell’ambito produttivo Francom ha man mano interconnesso tutti i macchinari con il gestionale, sfruttando il ritorno della lettura dei log della macchina. Ogni elaborato tecnico è visionabile a video dagli operatori a bordo macchina. “Abbiamo eliminato - sottolinea Alessia Comunello - tutta la documentazione cartacea”. Il magazzino dei prodotti finiti è completamente tracciato e mappato e gestito da procedure mobile con device PDA (Personal Digital Assistant) indossabili.
Nel prossimo futuro c’è l’interconnessione di tutti i nuovi macchinari inseriti in produzione di recente e la trasformazione elettronica del sistema a kanban*.

*da anni Francom ha abbracciato la filosofia lean. Con kanban si intende un sistema di “foglietti” usati in magazzino per individuare il momento preciso in cui è necessario un rifornimento di materiale “just in time”, in modo che non ci siano sprechi, sovraproduzioni o carenze.

Perchè Francom ha investito nel digitale?

Nel video viene spiegato come si sia trattato di una necessità sorta circa 10 anni fa per far fronte alla crescita del mercato e del lavoro e alla crescente obsolescenza di processi e procedure. Investire sulle tecnologie e sulla formazione ha portato ad un miglioramento dei processi, con risultati evidenti!
Gestiamo più di 30 mila codici - ha spiegato Luca Comunello - da combinare tra loro in modo sempre diverso. Abbiamo fino ad ora realizzato l’allestimento di circa 80mila veicoli, tutti diversi uno dall’altro”. Si tratta di un procedimento complesso, impossible da affrontare senza un sostegno digitale appropriato.
Gestire le informazioni - conclude il presidente del gruppo Syncro - in maniera veloce centralizzata ed automatizzata ci permette di essere estremamente reattivi e di consegnare i veicoli allestiti in tempi molto ridotti, anche in posti molto lontani”.