Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per personalizzare la tua esperienza utente e per studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Acconsenti ai nostri cookie se continui ad utilizzare questo sito web. Per maggiori informazioni clicca qui.

2 marzo del 2012: Francom ricorda la scomparsa del fondatore, Francesco Comunello

A 30 anni da quella fredda sera d'inverno in cui Francesco Comunello perse la vita in un incidente stradale, la famiglia ha voluto trascorrere del tempo con amici, dipendenti, fornitori, collaboratori e amministratori locali. Per ricordare la persona (padre e imprenditore) che ha dato il via al percorso di vita e aziendale da cui si è sviluppato il gruppo Syncro System.
“Mio padre – ha ricordato nel corso della serata Luca Comunello, presidente di Francom spa - ha ampiamente dimostrato talento nel giocare le proprie carte. Noi che siamo venuti successivamente abbiamo fatto del nostro meglio. Non posso giudicare se abbiamo fatto bene o male, tuttavia posso affermare due cose senza timore di smentita: sono passati 30 anni e siamo ancora nel gioco, e per quanto bene o male abbiamo fatto, niente sarebbe stato possibile senza la persona che ha cominciato l’impresa e senza il suo esempio e i suoi insegnamenti”.
La serata, iniziata con la Santa Messa di commemorazione celebrata simbolicamente proprio all'interno dell'officina Syncro System di San Zeno, è proseguita con una cena al ristorante Al Pioppeto.
“Abbiamo voluto incontrarci nell’anniversario di un momento triste per la famiglia – ha spiegato Luca Comunello ai convenuti - perché ci sembra giusto e utile ricordare come tutto è cominciato e la figura della persona che ha dato il via e che ha avviato tutti noi su una strada che ancora stiamo percorrendo. Gli insegnamenti che ha dato a tutti noi sono ancora validi, e tutti quelli che sono in qualche modo a contatto con l’azienda è giusto capiscano che niente di quello che abbiamo sarebbe mai stato possibile senza un ciclista che non aveva i soldi per la bicicletta”.
La serata è stata anche occasione per consegnare dei riconoscimenti alla dedizione e all'impegno di alcuni dipendenti che da 30 anni e più sono attivi in azienda: Daniela Pegoraro, Stefano Tosin e Giampietro Lorenzato.
Un riconoscimento è andato inoltre al dottor Tullio Chiminazzo, professionista e amico, che ha sostenuto e aiutato la famiglia Comunello molto oltre il suo dovere professionale nel momento della scomparsa di Francesco.
Tutti i presenti hanno ricevuto in dono un volumetto dal titolo “Da Francom a Syncro System. A 30 anni dalla sua scomparsa, Francom ricorda il suo fondatore”, che racconta, con un ampio corredo fotografico, la storia dell'azienda dalle origini al 2012.